Pavesi Contemporart

Renzo Tortelli

Renzo Tortelli nasce a Potenza Picena nel 1926. Nel 1956 conosce Mario Giacomelli, con cui condivide la stessa passione per il mondo della fotografia. Nel 1961 è invitato a tenere una personale al Circolo Fotografico Milanese e nel 1967 espone a Firenze, a Palazzo Strozzi. Nel 1968 con Giacomelli espone a Terrasa, Spagna, e alla Galleria O'HANA di Londra.

Dopo anni di distacco dal mondo della fotografia per impegni di lavoro, si ripresenta alla fine degli anni '90 con mostre alla Biennale della Fotografia di Roma. Nel 2002-2003 espone alla Keith De Lellis Gallery di New York e alla Pinacoteca dei Musei Maceratesi, presentando il lavoro su "Piccolo Mondo" e "Quelli della Speranza". Nel 2005 viene allestita una personale all'Istituto della Cultura di Amburgo dedicata alla cultura agreste nelle Marche degli anni '60. Nel 2006 espone a Siviglia alla mostra AFAL, nella sezione dei fotografi stranieri (Berengo Gardin, Cartier-Bresson, Doly, Frank, Giacomelli, Klein, Steinert). Dopo altre varie esposizioni, nel 2011 il paese natio tramite l'Amministrazione Comunale e il locale Fotoclub, con il patrocinio della Fondazione Carifermo, gli dedica una personale e una pubblicazione "Di Terra di Gente", che raccoglie tutti i passaggi della sua attività artistica.

 

Renzo Tortelli was born in Potenza Picena in 1926. In 1956 he meets Mario Giacomelli, with whom he shares the same passion for photography. In 1961 he is invited by Circolo Fotografico Milanese to expose his works, and in 1967 he exposes in Florence, in the suggestive location of Palazzo Strozzi. The following year Tortelli is in Terrasa, Spain, and in London at the O’HANA Gallery.

After a pause from the photography’s world, Tortelli comes back in the Nineties with the shows at the Biennale of Rome and, in 2002-2003, at the Keith De Lellis Gallery of New York. In 2005 is the time of Hamburg and his show dedicated to the Sixties rural culture in the Marche region. In 2006 he exposes in Seville at the AFAF show as one of the selected foreign photographers (Berengo Gardin, Cartier-Bresson, Doly, Frank, Giacomelli, Klein, Steinert). After several more shows, in 2011 his hometown dedicates him a solo show and the publication of the book “Di Terra di Gente”, which collects all the passages of his artistic activity.